Villa Manzoni – Lecco_003

Villa Manzoni a Lecco è appartenuta alla famiglia Manzoni dal 1615 fino al 1818, quando venne venduta dallo scrittore Alessandro Manzoni alla famiglia Scola.
È il luogo in cui il giovane trascorse infanzia e giovinezza prima di raggiungere la madre Giulia Beccaria a Parigi.
Da qui trasse ispirazione per comporre il suo capolavoro, il romanzo “I promessi sposi”, ambientato a Lecco e nei dintorni lecchesi.

Di aspetto neoclassico, comprende anche la cappella dell’Assunta, che accoglie la sepoltura del padre Pietro, e presenta sull’altare la pala di Carlo Preda (1654-1729).

Villa Manzoni: Museo Manzoniano e Galleria Comunale d’Arte

La Villa ospita il Museo Manzoniano, recentemente rinnovato (2019), che valorizza la figura di Manzoni e rende il doveroso omaggio allo scrittore che ha reso famosa la città di Lecco in tutto il mondo.
Conserva alcuni mobili e oggetti appartenuti allo scrittore e numerose immagini relative al celebre romanzo, insieme alle edizioni originali del 1827 e del 1840, quest’ultima illustrata da Francesco Gonin e curata dall’autore.

Al secondo piano è ospitata:

  • la Galleria Comunale d’Arte, che conserva una selezione di opere facenti parte delle collezioni artistiche dei Musei Civici con dipinti, disegni e incisioni
  • la Biblioteca specializzata, che raccoglie volumi e periodici inerenti il territorio lecchese
  • la Sezione Separata d’Archivio costituita da materiale locale
  • la Fototeca (consultabili su prenotazione)

Fanno parte del Si.M.U.L. (Sistema Museale Urbano Lecchese) che comprende anche il Polo museale di Palazzo Belgioioso con il Museo Archeologico, Storico, di Storia Naturale, il Civico Planetario, oltre a Palazzo delle Paure con l’Osservatorio Alpinistico Lecchese.

Dove si trova Villa Manzoni?

Villa Manzoni – Discovery Lecco

Villa Manzoni